Il social reading entra in classe

Il progetto Pearson-Betwyll che, sfruttando le dinamiche dei social network, avvicina i ragazzi al piacere della lettura!

Come? Attraverso il social reading, una pratica di lettura condivisa attraverso cui gli utenti possono leggere insieme un testo, commentarlo, discuterne, secondo le dinamiche di interazione e comunicazione tipiche dei social network. Il tutto tramite smartphone, uno strumento a cui i ragazzi sono abituati e in cui sono portati a esprimere liberamente le loro idee e opinioni.

Il progetto didattico Pearson-Betwyll, dedicato ai docenti della Scuola secondaria di secondo grado, in questo modo consente di guidare gli studenti a un utilizzo consapevole della tecnologia e del web, sperimentando la lettura social e mettendo al centro gli studenti, motivandoli.

Se desideri aderire al progetto compila il modulo online di seguito, scarica l'app di Betwyll da Google Play o da App Store e registrati con lo stesso indirizzo mail utilizzato per aderire. Per consultare le fasi clicca qui!

Grazie al progetto sul social reading Pearson-Betwyll avrai l'occasione di:

Lavorare verticalmente su una disciplina...

Svolgendo attività legate all'utilizzo della lingua, alla grammatica, alla sintesi e a tutto ciò che è coerente con il curricolo. Sempre all'insegna del divertimento!

...e trasversalmente sulle competenze

Sviluppando la conoscenza e l’uso critico e consapevole della madrelingua, lo sviluppo di competenze sociali e civiche, la consapevolezza ed espressione culturale, l’imparare ad apprendere; tutti elementi indispensabili dentro e fuori la scuola.

Sviluppare le soft skills strategiche

Guidando i ragazzi nello sviluppo di competenze fondamentali per la formazione dell’individuo e per la costruzione del suo futuro, come il pensiero critico, la capacità comunicativa, la cultura di cittadinanza e lo spirito di iniziativa.

Esercitare la cittadinanza digitale

Portando i ragazzi a riflettere sull'utilizzo critico e consapevole del digitale e sul cyberbullismo, e così aiutarli a capire cosa significa essere “cittadini del web” e guidarli in un percorso di acquisizione delle competenze indispensabili per muoversi nel mondo di oggi.

Sperimentare la pratica BYOD

Applicando il Bring Your Own Device, ovvero "porta/usa il tuo dispositivo", pratica prevista dal PNSD: in questo modo i ragazzi sono invitati a usare il loro cellulare che, da oggetto di divertimento, diventa lo strumento per un apprendimento significativo.

I webinar in diretta di ottobre e novembre 2018

La formazione preliminare

Leggere insieme: il social reading a scuola
Strumenti e metodologie per la promozione della lettura

Mercoledì 17 ottobre 2018
dalle 15.30 alle 16.30
con Gino Roncaglia
 

Guarda la registrazione >>
Lettura e didattica nell'era digitale
Il social reading entra in classe con il progetto Pearson-Betwyll

Mercoledì 31 ottobre 2018
dalle 15.30 alle 16.30
con Pierluigi Vaccaneo e Maria Vittoria Alfieri

Guarda la registrazione >>
Tutto d’un fiato
Luigi Pirandello e la narrativa breve

Giovedì 22 novembre 2018
dalle 15.30 alle 16.30
con Simona Brenna
 

Iscriviti al webinar in diretta >>

L'apertura della stanza di prova

Lunedì 12 novembre si aprirà ufficialmente una stanza di prova sempre aperta in cui, con il supporto di Pearson e Betwyll, gli insegnanti potranno familiarizzare con l'ambiente e le attività didattiche da proporre poi ai ragazzi lavorando sulla novella di Pirandello Il treno ha fischiato.

Accedere alla stanza di prova è semplicissimo: basterà scaricare l'app di Betwyll da Google Play o da App Store e registrarsi con lo stesso indirizzo mail utilizzato per aderire al progetto. A partire da lunedì 12 mattina, la stanza sarà visibile sulla bacheca principale.

Le attività di febbraio e marzo 2019:
l'avvio delle attività

A partire dai primi mesi del 2019 verranno avviate le attività guidate Pearson-Betwyll.
Tutti i docenti interessati al progetto dovranno scaricare l'app gratuita (per chi non l'avesse gia fatto) da Google Play o da App Store; registarsi e creare un account docente.

Ogni settimana gli animatori inviteranno tutti i partecipanti a leggere e commentare assieme alcuni testi tratti dalle Novelle per un anno di Luigi Pirandello, in particolare Il treno ha fischiato, La giara, La patente, La carriola, Ciàula scopre la luna, La signora Frola e il signor Ponza, suo genero, La morte addosso, La rallegrata, Il pipistrello, Marsina stretta, Filo d'aria. (per scoprire quali e perché proprio Pirandello, clicca qui!)

Per tutta la durata del progetto i docenti saranno supportati dallo staff Pearson Betwyll e riceveranno schede di sintesi, anticipazioni e questionari che aiuteranno a rispondere al meglio alle esigenze didattiche dei partecipanti.

Perché, grazie al suo approccio alla letteratura, ha rinnovato profondamente i generi e la narrativa: un fenomeno destinato ad influenzare autori e opere successive, in un vortice di costante sperimentazione.

Perché, grazie ai suoi costanti ragionamenti in merito al contrasto tra essere ed esistere, tra vita e forma, all'identità come maschera o trappola, ha la capacità di far riflettere e di sollevare interrogativi che riguardano tutti noi.

Perché, grazie alla varietà di personaggi, luoghi e situazioni presentati nelle sue opere, che sono metafore della condizione umana, è in grado di far immedesimare gli studenti in contesti e modi di vivere diversi dai loro.

Perché, grazie alla narrazione di vicende anomale e curiose, nelle quali i personaggi agiscono in modo inspiegabile secondo la logica comune, ha la capacità di calamitare l’interesse del lettore.

Come funziona l'app?

  • Esegui il login e partecipa alla discussione
    Dopo aver effettuato il login, entrerai nella sezione in primo piano dove sono elencate tutte le discussioni aperte relative ai testi in lettura. Potrai scegliere qui quella di tuo interesse.

  • Scopri i commenti precedenti e i partecipanti
    Segui la discussione per entrare a far parte del gruppo di discussione e utilizza i pulsanti Twylls e People per vedere rispettivamente i commenti prodotti e la lista dei partecipanti.

  • Leggi il testo e commenta la porzione letta
    Fai poi clic sull'icona a forma di occhiali per entrare nel testo, scegli la porzione di testo che desideri commentare e pubblica il tuo twyll collegato a quella sezione, digitando 140 caratteri nell'apposito campo.

Gli approfondimenti sul tema

Il libro e il social reading

L’avvento delle tecnologie digitali ha rivoluzionato la comunicazione: i nativi digitali utilizzano naturalmente e quotidianamente smartphone, tablet e computer per accedere a informazioni e per comunicare. In questo contesto è nata l’idea del social reading: il libro diventa uno spazio di incontro e confronto in un ambiente online.

Che cos’è Betwyll?

Betwyll è un'app che promuove la lettura in un ambiente digitale. Sull’app la comunità di lettori può leggere libri seguendo un calendario condiviso e commentare paragrafi e capitoli aggiungendo brevi messaggi di massimo 140 caratteri (twylls). Per saperne di più su Betwyll e la sua storia, leggi l’articolo.