Carta dei diritti e doveri degli studenti in Alternanza scuola-lavoro

DIRIGENTI - ASL - Carta diritti doveri studenti - JPEG_shutterstock_511575355

Il commento articolo per articolo

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Nei sette articoli di cui è composta, la Carta definisce un regolamento che vale per tutti gli studenti inseriti in un percorso di Alternanza scuola-lavoro, dai licei agli istituti tecnici e professionali.

di Agostino Miele

Nel corrente anno scolastico l’Alternanza scuola-lavoro entra a regime completo: sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21 dicembre 2017 è stato pubblicato il decreto MIUR 3 novembre 2017, n. 195, “Regolamento recante la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in Alternanza scuola-lavoro e le modalità di applicazione della normativa per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro agli studenti in regime di Alternanza scuola-lavoro”.
Nei sette articoli di cui è composta, la Carta definisce un regolamento che vale per tutti gli studenti inseriti in un percorso di Alternanza scuola-lavoro, dai licei agli istituti tecnici e professionali.
Il regolamento è entrato in vigore il 5 gennaio 2018 e, partendo da una serie di riferimenti normativi citati nella Formula Iniziale del decreto, definisce quanto segue:

  • l’integrazione delle attività di Alternanza scuola-lavoro (di seguito indicata semplicemente con il termine Alternanza) con il percorso didattico e scolastico e la coerenza con il percorso di studi;
  • i destinatari delle attività di Alternanza;
  • la durata dei percorsi di Alternanza;
  • le modalità di svolgimento dei percorsi di Alternanza;
  • i criteri di validità dei percorsi di Alternanza;
  • i diritti degli studenti in Alternanza;
  • i doveri degli studenti in Alternanza;
  • i diritti dei soggetti con responsabilità genitoriale;
  • la modalità di svolgimento dei percorsi di Alternanza per gli studenti con disabilità;
  • il ruolo del patto educativo di corresponsabilità;
  • la modalità di irrogazione di provvedimenti disciplinari conseguenti all'infrazione dei doveri durante la frequenza dei percorsi di Alternanza;
  • la istituzione della Commissione territoriale per l'Alternanza scuola-lavoro, con lo scopo di garantire il rispetto delle disposizioni del regolamento sul territorio regionale;
  • le modalità di reclami contro la violazione della Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in Alternanza;
  • i compensi per le attività di progettazione dei percorsi di Alternanza;
  • le modalità di applicazione della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza delle studentesse e degli studenti in regime di Alternanza;
  • i criteri per la formazione generale e la formazione specifica per gli studenti impegnati nei percorsi in regime di Alternanza;
  • il numero degli studenti ammessi al percorso di Alternanza in una struttura e la proporzione numerica studenti/tutor della struttura ospitante;
  • le modalità per la sorveglianza sanitaria, nei casi previsti dalla normativa vigente;
  • il regime assicurativo degli studenti in Alternanza.

Per un approfondimento e un’analisi dettagliata della Carta dei Diritti e Doveri si rimanda al commento articolo per articolo (e al testo integrale) del Regolamento disponibili per il download qui di seguito.

DECRETO MIUR 03.11.2017, N. 195: Commento e testo integrale

Commento al decreto,
a cura di Agostino Miele

 

Agostino Miele, dirigente Scolastico, collabora con Pearson Italia per l'aggiornamento professionale dei dirigenti scolastici e dei docenti. È formatore su vari temi quali le problematiche per gli alunni con BES, formatore sull’esame di stato negli istituti secondari di secondo grado, formatore per dirigenti scolastici su tematiche relative alla professione. È autore del Quaderno Pearson Academy Alternanza scuola-lavoro. Come e perché rivolto ai docenti della Scuola secondaria di secondo grado.