Gli organi di senso

Percorso collegato all’Unità Il sistema nervoso del volume Campbell - Biologia Concetti e collegamenti. Secondo biennio.

Unità Gli organi di senso

Proponiamo un esempio di percorso didattico relativo all’Unità Gli organi di senso mediante il quale è possibile organizzare la didattica a distanza.
Il testo di riferimento è disponibile per il docente sia sotto forma di libro digitale statico (ITE), sia (nell’edizione PLUS) sotto forma di libro liquido, lo stesso che hanno a disposizione gli studenti, e costituisce una solida base dalla quale partire per condividere sia le pagine da studiare, sia le risorse digitali correlate.
Per semplificare il lavoro, i link qui forniti consentono l’attivazione diretta di tutti i materiali, che sono reperibili anche accedendo a My Pearson Place con il codice associato al volume.

Per cominciare: organizzare le lezioni

Per ogni Tema dell’Unità sono disponibili in My Pearson Place le slide in Power Point, adattabili e modificabili in base alle proprie esigenze, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più Concetti.

Ricordiamo che è possibile registrare la propria voce sulle slide in PPT (scarica il PDF per vedere come fare) ed esportare un video da condividere con gli studenti nella modalità concordata con la scuola per erogare le lezioni a distanza.

Consigliamo di prevedere dei momenti di “lezione frontale” in formato video (in diretta o registrati, o costruiti a partire dal ricco patrimonio di contributi disponibili per questo corso), della durata massima di 10-15 minuti, intervallati da momenti esercitativi o di confronto, come proposto di seguito per i singoli Temi di cui si compone l’Unità.

TEMA La recezione sensoriale e il tatto

Prima di iniziare ad affrontare gli argomenti di questo Tema, si può assegnare agli studenti la lettura del brano Come fanno le tartarughe marine a percepire il campo magnetico terrestre?, posto in apertura di Unità, in modalità capovolta (lettura del testo, su carta o in digitale, prima della lezione a distanza), chiedendo loro di approfondire il tema della magnetocezione tramite una ricerca online guidata da alcune domande. Per esempio:
- In quali altri animali si osserva questa forma di recezione sensoriale?
- Un gruppo di ricercatori del California Institute of Technology ha pubblicato nel 2019 i risultati di uno studio che sembrerebbe suggerire la presenza di una sensibilità al campo magnetico terrestre anche negli esseri umani. Che cosa hanno osservato nel corso delle loro ricerche? (L’articolo di riferimento, in lingua inglese, è pubblicato sulla rivista open access eNeuro).

Da questo link è possibile scaricare le slide in Power Point del Tema La recezione sensoriale e il tatto, adattabili o modificabili a proprio piacimento, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più Concetti.

L’argomento delle illusioni ottiche, trattato nel Concetto 1, può stimolare la curiosità degli studenti e rappresentare un’utile occasione di confronto e di partecipazione attiva. Si possono mostrare anche altre immagini di illusioni ottiche, facilmente reperibili online, come l’illusione di Ponzo, il vaso di Rubin, le figure impossibili (come il triangolo di Penrose) e le immagini statiche che appaiono animate.

Nel Concetto 2 si esamina il meccanismo di conversione dello stimolo sensoriale in impulso nervoso. Prima della spiegazione, si può proporre un breve ripasso della propagazione del segnale nervoso nei neuroni con l’ausilio del filmato BioFlix Come funzionano i neuroni.

Affrontando i diversi tipi di recettori sensoriali (Concetto 3), può essere utile invitare gli studenti a realizzare uno schema, una tabella o una mappa concettuale in cui organizzare le informazioni sui diversi tipi di recettori e sulle loro rispettive funzioni.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (spiega, rifletti, deduci, ricerca, ecc., poste in chiusura di ciascun Concetto) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per lo studio e il ripasso in autonomia, sono disponibili:

Videoripasso dell’Unità
Verifica interattiva dell’Unità
Mappa concettuale dell’Unità (PDF)

Per il CLIL, sono disponibili:

• Lezione MP3 Tutor Sensory Receptors (da leggere e ascoltare)
Key Concepts Sensory Reception (da leggere e ascoltare)

TEMA L’udito e l’equilibrio

Da questo link è possibile scaricare le slide in Power Point del Tema L’udito e l’equilibrio, adattabili o modificabili a proprio piacimento, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più Concetti.

Le immagini della Figura 8 mostrano la struttura dell’orecchio umano a diversi livelli di ingrandimento: il riquadro in basso a sinistra evidenzia le strutture dell’orecchio medio e dell’orecchio interno; a destra, l’immagine sopra mostra una sezione della coclea e il riquadro sottostante le strutture dell’organo del Corti. Può essere utile soffermarsi sulle diverse parti della figura, sollecitando domande durante la lezione a distanza e invitando gli studenti a creare uno schema riassuntivo della funzione acustica dell’orecchio durante lo studio in autonomia.

Per aiutare gli studenti a visualizzare i diversi passaggi del processo, si può proporre la seguente lezione di Khan Academy (Human ear - structure & working), in lingua inglese.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per lo studio e il ripasso in autonomia, sono disponibili:

Videoripasso dell’Unità
Verifica interattiva dell’Unità
Mappa concettuale dell’Unità (PDF)

Per il CLIL, sono disponibili:

Key Concepts Hearing and Balance (da leggere e ascoltare)

TEMA La vista

Da questo link è possibile scaricare le slide in Power Point del Tema La vista, adattabili o modificabili a proprio piacimento, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più Concetti.

Prima di affrontare questo Tema, si può proporre in modalità capovolta la visione del seguente video di TED-Ed sull’evoluzione dell’occhio. Il video (L’evoluzione dell’occhio umano) è in lingua inglese con sottotitoli in italiano.

A titolo di verifica, si possono rivolgere semplici domande agli studenti all’inizio della lezione a distanza, per esempio:

• Quando hanno iniziato a evolvere le prime forme rudimentali di occhio?
• Qual è stata la svolta decisiva nell’evoluzione dell’occhio?

A partire dalle loro risposte, si possono introdurre gli argomenti del Concetto 6, illustrando i principali tipi di occhio che si osservano nel regno animale.

Le Figure 13 e 14 mostrano la struttura dell’occhio umano e la funzione del cristallino, mentre la Figura 17 illustra i fotocettori dell’occhio e il percorso dei potenziali d’azione che si generano nei neuroni con cui sono in contatto. Può essere utile soffermarsi sulle diverse figure, sollecitando domande durante la lezione a distanza e invitando gli studenti a creare schemi riassuntivi del meccanismo della visione durante lo studio in autonomia.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa). La domanda del tipo Ricerca alla fine del Concetto 8, dedicato ai difetti della vista, può essere proposta come esercizio da svolgere in autonomia, una volta terminata la lezione.

Per lo studio e il ripasso in autonomia, sono disponibili:

Videoripasso dell’Unità
Verifica interattiva dell’Unità
Mappa concettuale dell’Unità (PDF)

Per il CLIL, sono disponibili:

Key Concepts Vision (da leggere e ascoltare)

TEMA Il gusto e l’olfatto

Da questo link è possibile scaricare le slide in Power Point del Tema Il gusto e l’olfatto, adattabili o modificabili a proprio piacimento.

Anche nella presentazione di questo Tema, le immagini possono aiutare a visualizzare i diversi meccanismi della percezione sensoriale. La Figura 18 illustra come gli stimoli olfattivi vengono recepiti e convertiti in segnali trasmessi all’encefalo, mentre la Figura 19 mostra la percezione dei sapori attraverso i calici gustativi. Può essere utile, anche in questo caso, soffermarsi sulle diverse parti delle figure, sollecitando domande durante la lezione a distanza e invitando gli studenti a creare schemi riassuntivi durante lo studio in autonomia.

La domanda del tipo Deduci, alla fine del Concetto 10, può essere proposta agli studenti durante la lezione a distanza. Invitando uno o più di loro a formulare un’ipotesi di risposta, e commentando le risposte senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per lo studio e il ripasso in autonomia, sono disponibili:

Videoripasso dell’Unità
Verifica interattiva dell’Unità
Mappa concettuale dell’Unità (PDF)

Per il CLIL, sono disponibili:

Key Concepts Taste and Smell (da leggere e ascoltare)

E inoltre in My Pearson Place…

Invitiamo a esplorare tutti i materiali associati all’opera in adozione dalla pagina di ingresso al prodotto in My Pearson Place.

Da qui è possibile accedere, in particolare:
• all’intera Guida per il docente in formato PDF;
• a un ricco Crea Verifiche, con il quale comporre verifiche personalizzate, selezionando gli esercizi per argomento e il livello di difficoltà, ed esportando i file in formato .docx;
• al Didastore dove ad esempio, nell’Area docente, sono disponibili le stesse verifiche fornite in Guida in formato editabile (docx).

La lezione è offerta dalla redazione di Pearson per le Scienze, il nuovo marchio editoriale per l'area scientifica della Scuola secondaria, nell'ambito del progetto Pearson Kilometro Zero, imparare e formarsi a distanza.

Scopri le altre iniziative del progetto >>
Scopri le altre lezioni di area scientifica >>