Le componenti della geosfera: minerali e rocce

Percorso collegato al Capitolo 7 del volume GeoLogica. Capire le Scienze della Terra, di Maurizio Santilli.

Capitolo 7. Le componenti della geosfera: minerali e rocce

Proponiamo un esempio di percorso didattico relativo al Capitolo 7 Le componenti della geosfera: minerali e rocce mediante il quale è possibile organizzare la didattica a distanza.
Il testo di riferimento è disponibile per gli studenti sia sotto forma di libro digitale statico (ITE), sia sotto forma di libro liquido e costituisce una solida base dalla quale partire per condividere sia le pagine da studiare, sia le risorse digitali correlate.
Per semplificare il lavoro, i link qui forniti consentono l’attivazione diretta di tutti i materiali, che sono reperibili anche accedendo a My Pearson Place con il codice associato al volume.

Per cominciare: preparare i materiali

Da questo link è possibile scaricare la lezione in Power Point, un unico file relativo all’intero capitolo, organizzato per paragrafi, che può essere adattato e modificato a proprio piacimento, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più paragrafi.

Le slide contengono numerosi Suggerimenti per la lezione. Gli stessi suggerimenti sono contenuti nella Guida per il docente (da pagina 64 a 67), consultabile e scaricabile accedendo a My Pearson Place.

Ricordiamo che è possibile registrare la propria voce sulle slide in Power Point (scarica il PDF per vedere come fare) ed esportare un video da condividere con gli studenti sulla piattaforma scelta dalla classe/dalla scuola per erogare le lezioni a distanza.

Consigliamo di prevedere dei momenti di “lezione frontale” in formato video (in diretta o registrati), della durata massima di 10-15 minuti, intervallati da momenti esercitativi o di confronto, come proposto di seguito per i paragrafi considerati.

1 Le rocce e i minerali sono le componenti fondamentali della geosfera

La lezione può iniziare con la proiezione delle slide in Power Point relative a questo paragrafo. Gli studenti possono approfondire lo studio dei processi endogeni ed esogeni grazie alla visualizzazione della Figura 3 guidata e rispondendo alle relative domande. Allo stesso tempo, l’insegnante può chiedere loro: 1) Quali elementi, tra quelli raffigurati, appartengono al ciclo dell’acqua? 2) Quali elementi, tra quelli raffigurati, appartengono rispettivamente alla geosfera, all’atmosfera, all’idrosfera e alla biosfera?. Per concludere, si può chiedere loro di rispondere alla domanda presente nel box Allena le competenze di pagina 148.

Se si ritiene interessante approfondire l’importanza delle rocce e dei minerali nella vita quotidiana, si può chiedere agli studenti di scegliere un oggetto di uso comune presente in casa propria e di analizzare la provenienza dei vari elementi che lo costituiscono.

Nei prossimi paragrafi, il capitolo tratterà nel dettaglio minerali e rocce. Per approfondire la classificazione di minerali e rocce e per far osservare alcune fotografie agli studenti, si consiglia di consultare l’atlante petrografico dell’Università di Torino. Il linguaggio è tecnico, ma lo si può mediare facendo focalizzare gli studenti sulle principali caratteristiche delle rocce. Si può chiedere loro, per esempio, di descrivere le rocce utilizzando un linguaggio più comprensibile e più adatto a studenti del loro livello. L’area dedicata alla collezione macroscopica è, inoltre, più comprensibile.

2 I minerali hanno una struttura cristallina

La lezione prosegue illustrando le caratteristiche dei minerali, sempre con il supporto delle slide in Power Point.

Per far ragionare gli studenti sulla struttura cristallina si possono porre loro le seguenti domande: 1) Da quanti ioni cloruro e sodio è formata la cella elementare raffigurata nella Figura 6? 2) Perché nella fotografia a destra, e nella Figura 5, si vedono diversi cubi che hanno orientazioni differenti?

Per aiutare gli studenti a memorizzare la classificazione dei silicati, si può proporre loro di guardare questo video e di rispondere alla domanda del box Allena le competenze di pagina 152. Consultando il sito web The virtual Museum of Minerals & Molecules è possibile visualizzare la struttura di diversi minerali: cliccando con il mouse si interagisce con la struttura, facendola girare: questa funzione è molto utile per comprenderne la tridimensionalità.

Se si è interessati al CLIL, si può chiedere agli studenti di completare il box English Break presente a pagina 150, e di rispondere alle domande relative al paragrafo in oggetto.

3 Le rocce ignee derivano dalla solidificazione della lava o del magma

Le slide in Power Point continuano a guidarci nella lezione. Per approfondire, possiamo chiedere agli studenti: 1) Conoscete quali sono i vulcani attivi in Italia? 2) Quali rocce vi aspettate di trovare alle pendici di questi vulcani? 3) Conoscete delle aree in Italia in cui vengono estratte rocce ignee? 4) Qual è il motivo per cui queste rocce sono estratte dall’uomo?

4 Le rocce sedimentarie derivano dalla diagenesi dei sedimenti

Questo paragrafo può essere introdotto dalla visualizzazione della Figura 19 guidata. A conclusione della visione, gli studenti possono rispondere alle domande. La spiegazione può quindi proseguire grazie all’ausilio delle slide in Power Point.

5 Le rocce metamorfiche derivano dal metamorfismo di rocce preesistenti

Questo paragrafo può essere affidato agli studenti per una prima lettura. Si può chiedere loro di analizzare la Figura 31, che illustra i diversi gradi di metamorfismo di un’argillite, rispondendo alle seguenti domande: 1) Che cosa rappresentano le frecce rosse? 2) Che cosa rappresentano le macchie arancioni e grigie visibili nel sottosuolo? 3) Quali condizioni cambiano nelle diverse porzioni di crosta terrestre rappresentate dai piccoli riquadri arancioni? 4) Quale variazione si osserva nella dimensione dei cristalli dei minerali all’aumentare del grado di metamorfismo?

Allo stesso modo, mentre studiano il metamorfismo di contatto, possono rispondere alle seguenti domande riferite alla Figura 32: 1) Da che cosa può dipendere lo spessore e l’estensione dell’aureola metamorfica? 2) L’aureola metamorfica è formata sempre da un solo tipo di roccia?
L’insegnante può raccogliere le risposte e utilizzarle per procedere con la propria presentazione. Si suggerisce di accorpare la spiegazione di questo paragrafo con quella del paragrafo seguente.

6 Il ciclo litogenetico indica le relazioni tra i diversi tipi di rocce

Anche questo paragrafo può essere delegato in prima battuta agli studenti, che possono guardare la Figura 36 guidata, che illustra il ciclo litogenetico, e rispondere alle relative domande. In seguito, possono lavorare su una breve traccia scritta, come richiesto dal box Allena le competenze di pagina 171.

Per il ripasso e la verifica in autonomia

Al termine della lezione o di un gruppo di lezioni lo studente può avvalersi di una serie di strumenti multimediali per il ripasso e la verifica, assegnabili di volta in volta al momento opportuno e accessibili dall’ITE (libro digitale).

Per il ripasso sono disponibili sia l’Audioripasso sia la Mappa del capitolo.

Per l’autoverifica è disponibile la Verifica interattiva di fine capitolo.

Se non lo si è già fatto nel corso della lezione, si può chiedere agli studenti di svolgere le attività proposte nei box Allena le competenze e Preparati alla verifica.

E inoltre in My Pearson Place…

Invitiamo a esplorare tutti i materiali associati all’opera in adozione dalla pagina di ingresso al prodotto in My Pearson Place.

Da qui è possibile accedere, in particolare:
• all'intera Guida per il docente in formato PDF;
• a un ricco Crea Verifiche, con il quale comporre verifiche personalizzate, selezionando gli esercizi per argomento e il livello di difficoltà, ed esportando i file in formato .doc;
• al Didastore, dove ad esempio, nell’Area docente, sono disponibili le stesse verifiche fornite in Guida in formato editabile (.doc).

La lezione è offerta dalla redazione di Pearson per le Scienze, il nuovo marchio editoriale per l'area scientifica della Scuola secondaria, nell'ambito del progetto Pearson Kilometro Zero, imparare e formarsi a distanza.

Scopri le altre iniziative del progetto >>
Scopri le altre lezioni di area scientifica >>