La geosfera e il paesaggio

Percorso collegato al Capitolo 7 del volume Orizzonte Terra. Leggere e capire il Pianeta - Primo biennio, di Maurizio Santilli.

Capitolo 7 La geosfera e il paesaggio

Proponiamo un esempio di percorso didattico relativo al Capitolo 7 La geosfera e il paesaggio mediante il quale è possibile organizzare la didattica a distanza.
Il testo di riferimento è disponibile per gli studenti sia sotto forma di libro digitale statico (ITE), sia sotto forma di libro liquido (ITE plus) e costituisce una solida base dalla quale partire per condividere sia le pagine da studiare, sia le risorse digitali correlate.
Per semplificare il lavoro, i link qui forniti consentono l’attivazione diretta di tutti i materiali, che sono reperibili anche accedendo a My Pearson Place con il codice associato al volume.

Per cominciare: preparare i materiali

Da questo link è possibile scaricare la lezione in Power Point, un unico file relativo all’intero capitolo, organizzato per paragrafi, che può essere adattato e modificato a proprio piacimento, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più paragrafi. Le slide contengono numerosi Suggerimenti per la lezione. Gli stessi suggerimenti sono contenuti nella Guida per il docente (da pagina 49 a pagina 52), consultabile e scaricabile accedendo a My Pearson Place.

Ricordiamo che è possibile registrare la propria voce sulle slide in PPT (scarica il PDF per vedere come fare) ed esportare un video da condividere con gli studenti nella modalità concordata con la scuola per erogare le lezioni a distanza.

Consigliamo di prevedere dei momenti di “lezione frontale” in formato video (in diretta o registrati), della durata massima di 10-15 minuti, intervallati da momenti esercitativi o di confronto, come proposto di seguito per i paragrafi considerati.

1 Il paesaggio deriva dalla combinazione di molti processi

La lezione può iniziare facendo lavorare gli studenti sulle Figure 1 e 2. In merito alla Figura 1, si può chiedere loro: “Quali elementi, tra quelli visibili in ciascuna fotografia della Figura 1, appartengono rispettivamente alla geosfera, all’atmosfera, all’idrosfera e alla biosfera?”. (Risposta: Figura a: geosfera: ghiaia e blocchi rocciosi, rocce affioranti visibili sui versanti; atmosfera: nubi in lontananza; idrosfera: corso d’acqua, neve sui rilievi in secondo piano; biosfera: piante. Figura b: geosfera: rocce esposte in superficie, spiaggia; atmosfera: non vi sono elementi visibili; idrosfera: mare; biosfera: piante. Figura c: geosfera: rocce, sabbia; atmosfera: cielo in lontananza; idrosfera: non vi sono elementi visibili; biosfera: qualche pianta poco visibile in lontananza. Figura d: geosfera e idrosfera: non vi sono elementi visibili; atmosfera: cielo in lontananza; biosfera: piante)

In merito alla Figura 2, si può chiedere loro di guardare la Figura guidata e di rispondere alle relative domande. In seguito, si possono porre le seguenti domande:

• Quali elementi, tra quelli raffigurati, appartengono al ciclo dell’acqua? (Risposta: Nubi, precipitazioni, vento, ghiacciaio, lago, corso d’acqua, mare)
• Quali elementi, tra quelli raffigurati, appartengono rispettivamente alla geosfera, all’atmosfera, all’idrosfera e alla biosfera? (Risposta: Geosfera: diversi tipi di rocce del sottosuolo e della superficie. Atmosfera: nubi, precipitazioni e vento. Idrosfera: ghiacciaio, lago, corso d’acqua, mare. Biosfera: la colorazione verde sulle terre emerse rappresenta la vegetazione)

Per completare il lavoro, gli studenti possono avvalersi del box Allena le competenze di pagina 155. Le risposte alle domande possono essere condivise con l’insegnate, che può commentarle avvalendosi delle slide in Power Point relative alle pagine 154 e 155 del libro di testo.

2 Le rocce e i minerali sono i componenti essenziali della geosfera

La lezione prosegue illustrando agli studenti le caratteristiche di rocce e minerali con il supporto delle slide in Power Point.
Una volta conclusa la spiegazione di questo paragrafo, si possono assegnare un paio di attività, accogliendo il suggerimento per la lezione Per coinvolgere la classe collegato alla Figura 4 e l’attività presente nel box Allena le competenze di pagina 158, che si riferisce alla Figura 5.

Per approfondire la classificazione delle rocce e per far osservare alcune fotografie agli studenti, si consiglia di consultare l’atlante petrografico dell’Università di Torino. Il linguaggio è tecnico, ma lo si può mediare facendo focalizzare gli studenti sulle principali caratteristiche delle rocce. Si può chiedere loro, per esempio, di descrivere le rocce utilizzando un linguaggio più comprensibile e più adatto a studenti del loro livello. L’area dedicata alla collezione macroscopica è, inoltre, più comprensibile. 

Se si è interessati al CLIL, si può chiedere agli studenti di completare il box English Break presente a pagina 157 e di rispondere alle domande relative al paragrafo in oggetto.

3 Gli agenti atmosferici sono i principali responsabili della degradazione meteorica delle rocce

Le slide in Power Point continuano a guidarci nella lezione e molte fotografie forniscono una bella contestualizzazione dell’argomento sul territorio italiano. Per arricchire la spiegazione, si consiglia di leggere e commentare i Suggerimenti per la lezione presenti nelle singole slide in Power Point.

4 Nel suolo convivono tutte le sfere della Terra

Questo paragrafo descrive le principali caratteristiche del suolo e ha l’obiettivo di far comprendere agli studenti i processi e i fattori della pedogenesi. Per integrare la spiegazione dell’insegnante, gli studenti possono innanzitutto guardare il VIDEO Alla ricerca di acqua nel suolo. Mentre studiano la composizione del suolo, possono rispondere alla domanda proposta dal box Allena le competenze di pagina 163, che può attivare un interessante dibattito sulle possibili conseguenze del cambiamento climatico. Tale dibattito può essere integrato grazie alle informazioni fornite dalla scheda Il suolo: una risorsa vitale a rischio che si trova alle pagine 168 e 169.

Per aiutare gli studenti nella comprensione del processo di formazione del suolo, li si può invitare a guardare la Figura guidata 17 e a rispondere alle relative domande, motivando la risposta.

Se nella classe ci sono degli studenti che hanno un giardino o un orto privato, si può affidare loro una delle seguenti attività di autovalutazione del suolo (a cura del Ministero dell’Ambiente). Gli studenti possono documentare con video e fotografie il proprio lavoro sul campo, preparando una presentazione per i compagni che ne illustri le varie fasi e i risultati.

Se interessati al CLIL, si può chiedere agli studenti di completare il box English Break (pag. 166) e di rispondere alle domande in lingua inglese.

Per il ripasso e la verifica in autonomia

Al termine della lezione o di un gruppo di lezioni lo studente può avvalersi di una serie di strumenti multimediali per il ripasso e la verifica, assegnabili di volta in volta al momento opportuno e accessibili dall’ITE (libro digitale).

Per il ripasso sono disponibili sia l’Audioripasso sia la Mappa del capitolo.

Per l’autoverifica è disponibile la Verifica interattiva di fine capitolo.

Se non lo si è già fatto nel corso della lezione, si può chiedere agli studenti di svolgere le attività proposte nei box Allena le competenze e Preparati alla verifica.

E inoltre in My Pearson Place…

Invitiamo a esplorare tutti i materiali associati all’opera in adozione dalla pagina di ingresso al prodotto in My Pearson Place.

Da qui è possibile accedere, in particolare:
• all'intera Guida per il docente in formato PDF;
• a un ricco Crea Verifiche, con il quale comporre verifiche personalizzate, selezionando gli esercizi per argomento e il livello di difficoltà, ed esportando i file in formato .doc;
• al Didastore, dove ad esempio, nell’Area docente, sono disponibili le stesse verifiche fornite in Guida in formato editabile (.doc).

La lezione è offerta dalla redazione di Pearson per le Scienze, il nuovo marchio editoriale per l'area scientifica della Scuola secondaria, nell'ambito del progetto Pearson Kilometro Zero, imparare e formarsi a distanza.

Scopri le altre iniziative del progetto >>
Scopri le altre lezioni di area scientifica >>