L'evoluzione dei viventi

Percorso collegato al Capitolo B7 del volume Scienze naturali – Corso di Biologia e Chimica - secondo anno di Simonetta Lenzi e Fabiana Chimirri.

Capitolo B7 L'evoluzione dei viventi

Proponiamo un esempio di percorso didattico relativo al Capitolo B7 L’evoluzione dei viventi mediante il quale è possibile organizzare la didattica a distanza.
Il testo di riferimento è disponibile per il docente sia sotto forma di libro digitale statico (ITE), sia sotto forma di libro liquido, lo stesso che hanno a disposizione gli studenti, e costituisce una solida base dalla quale partire per condividere sia le pagine da studiare, sia le risorse digitali correlate.
Per semplificare il lavoro, i link qui forniti consentono l’attivazione diretta di tutti i materiali, che sono reperibili anche accedendo a My Pearson Place con il codice associato al volume.

Per cominciare: organizzare le lezioni

Da questo link è possibile scaricare le slide in Power Point del Capitolo L’evoluzione dei viventi, adattabili o modificabili a proprio piacimento, eventualmente estrapolando i contenuti relativi a uno o più paragrafi.
Le slide mostrano tutte le figure del capitolo. Nel campo delle note, i Suggerimenti per la lezione riportano le didascalie delle figure, spunti per la spiegazione a partire dalle immagini e alcune domande (Per coinvolgere la classe) utili per stimolare la discussione tra gli studenti e l’approfondimento di alcuni concetti.

Ricordiamo che è possibile registrare la propria voce sulle slide in PPT (scarica il PDF per vedere come fare) ed esportare un video da condividere con gli studenti nella modalità concordata con la scuola per erogare le lezioni a distanza.

Consigliamo di prevedere dei momenti di “lezione frontale” in formato video (in diretta o registrati, o costruiti a partire dai contributi disponibili per questo corso), della durata massima di 10-15 minuti, intervallati da momenti esercitativi o di confronto, come proposto di seguito per i singoli paragrafi di cui si compone il Capitolo.

1. Dal fissismo alle teorie evolutive

Prima di iniziare ad affrontare gli argomenti di questo Capitolo, si può assegnare agli studenti la lettura del brano Strano ma... biologico! in modalità capovolta (lettura del testo, su carta o in digitale, prima della lezione a distanza), chiedendo loro di cercare altre immagini online dell’uccello descritto (airone della lava). In seguito, durante la lezione a distanza, si possono rivolgere agli studenti le domande stimolo del brano («Come mai il piumaggio di questo uccello ha un colore simile a quello delle rocce su cui è posato?», «Come può essersi generato questo adattamento?», «Che cosa accadrebbe a organismi così bene adattati se le condizioni ambientali cambiassero?»), incoraggiandoli a proporre ipotesi al fine di avviare una riflessione preliminare su alcuni concetti chiave dell’evoluzione.

Durante la lezione dedicata all’inquadramento storico dell’opera di Darwin, si può suggerire agli studenti di creare una tabella per organizzare le informazioni (nomi dei filosofi e naturalisti citati e descrizione sintetica delle relative teorie), utile per lo studio e il ripasso in autonomia.

Nell’introdurre le prime ipotesi sulla trasformazione dei viventi nel corso del tempo, è importante che gli studenti comprendano bene gli errori insiti nelle teorie proposte prima di Darwin, in particolare in quella di Lamarck. Il video offerto da TED-Ed, iniziativa dell’organizzazione TED dedicata alla didattica, chiarisce alcuni errori comuni che vengono commessi quando si parla di evoluzione, che includono l’interpretazione lamarckiana degli adattamenti. Il video (Miti e luoghi comuni sull’evoluzione) è in lingua inglese con sottotitoli in italiano.

Il BioBox Jean Baptist Lamarck può essere usato come traccia per un approfondimento ulteriore, realizzabile in autonomia dagli studenti. A titolo di verifica, durante la successiva lezione a distanza, si può chiedere a uno o più di loro di raccontare qualche aspetto interessante, non descritto nel libro, che hanno scoperto sulla biografia o sulle teorie dello scienziato.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (Preparati alla verifica) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

2. Darwin in viaggio verso l’evoluzione

L’intero paragrafo può essere assegnato in modalità capovolta, chiedendo anche agli studenti di approfondire la biografia di Darwin a partire dalle informazioni del BioBox Charles Darwin. Durante la successiva lezione a distanza, partendo da alcune domande rivolte agli studenti su ciò che hanno appreso dal libro e dalle loro ricerche, si potrà riprendere il viaggio di Darwin soffermandosi, in particolare, sulle osservazioni che lo portarono a intuire l’idea di evoluzione. A tale proposito, può essere utile mostrare alcune immagini delle molteplici specie di fringuelli, testuggini, iguana e altri animali che Darwin osservò nelle isole Galápagos. Le immagini sono facilmente reperibili online: per esempio, si può attingere alle gallerie fotografiche e ai filmati disponibili nel sito del Galápagos Conservation Trust, organizzazione benefica britannica dedicata alla conservazione della biodiversità nell’arcipelago delle Galápagos.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (Preparati alla verifica) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per approfondire il viaggio di Darwin e le sue osservazioni durante l’esplorazione delle Galápagos, si può assegnare la lettura delle seguenti schede In più:
- Il viaggio di Charles Darwin
- Fringuelli e testuggini: i dubbi di Darwin

3. La teoria dell’evoluzione per selezione naturale

Dopo aver spiegato il meccanismo d’azione della selezione naturale, si può chiedere agli studenti di confrontare la Figura 8 con la Figura 2 e di illustrare le principali differenze tra la teoria di Darwin e la teoria di Lamarck.

Per verificare che gli studenti abbiano compreso bene il concetto di selezione naturale, può essere utile riprendere il brano Strano ma... biologico!, in apertura di Capitolo, e domandare loro di descrivere come si è evoluto il piumaggio dell’airone della lava secondo la teoria dell’evoluzione per selezione naturale.

A studenti con una buona conoscenza della lingua inglese, può essere proposta la visione della seguente lezione offerta da Khan Academy, eventualmente fornendo la traduzione del testo nella sezione “Transcript”.

Parlando della speciazione, si possono riprendere le immagini delle specie delle isole Galápagos, mostrate durante la spiegazione del paragrafo precedente, e invitare gli studenti a interpretarne l’evoluzione secondo il modello descritto nella Figura 9.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (Preparati alla verifica) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per approfondire, si può assegnare la lettura della scheda In più La selezione naturale in azione, che illustra gli effetti della selezione naturale nel noto caso della farfalla delle betulle (Biston betularia) e in una specie di roditore nordamericano.

4. Sarà vero? Alcune prove dell’evoluzione

A proposito delle prove paleonotologiche dell’evoluzione e delle forme di transizione, può essere consigliata la visione di questo video di TED-Ed sull’evoluzione del piumaggio degli uccelli. Il video (Come si sono evolute le piume?) è in lingua inglese con sottotitoli in italiano.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (Preparati alla verifica) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per approfondire, si può assegnare la lettura della scheda In più Organi inutili? Dipende!, che tratta l’argomento degli organi vestigiali come ulteriore prova dell’evoluzione.

5. La classificazione dei viventi: l’archivio della natura

Nell’affrontare il sistema di classificazione gerarchica, si può creare un’occasione di scambio e partecipazione attiva proponendo agli studenti di realizzare insieme, con l’ausilio di ricerche online, schemi simili a quello della Figura 16 per altre specie di animali.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (Preparati alla verifica) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

6. Alle origini della nostra specie

Descrivendo le tappe principali dell’evoluzione umana, può essere utile mostrare immagini e ricostruzioni delle diverse specie comparse, nel corso del tempo, nell’albero filogenetico degli ominini. Le immagini sono facilmente reperibili online: per esempio, si può attingere a quelle disponibili nel sito del Natural History Museum di Londra.

Come fonte di ispirazione per le lezioni, si segnala la serie di racconti in dieci episodi L’evoluzione umana, pubblicata dal magazine online Il Bo Live dell’Università di Padova. La serie è scritta e raccontata da Telmo Pievani.

Al termine dell’esposizione di ciascun argomento, si possono proporre agli studenti le domande in itinere del libro (Preparati alla verifica) e poi chiedere a uno o più di loro di rispondere. Commentando le risposte, senza giudizio, si può creare una preziosa occasione di scambio (verifica formativa).

Per approfondire il tema dei rapporti evolutivi tra Homo neanderthalensis e Homo sapiens, si può assegnare la lettura della scheda In più Amici o parenti? I Neanderthal e i loro rapporti con Homo sapiens.

Per lo studio e il ripasso in autonomia

Per studiare e ripassare in autonomia tutti gli argomenti del Capitolo, sono disponibili:

Audioripasso del Capitolo
Verifica interattiva del Capitolo
Mappa concettuale del Capitolo (PDF)

E inoltre in My Pearson Place…

Invitiamo a esplorare tutti i materiali associati all’opera in adozione dalla pagina di ingresso al prodotto in My Pearson Place.

Da qui è possibile accedere, in particolare:
• all’intera Guida per il docente in formato PDF;
• a un ricco Crea Verifiche, con il quale comporre verifiche personalizzate, selezionando gli esercizi per argomento e il livello di difficoltà, ed esportando i file in formato .docx;
• al Didastore, dove ad esempio, nell’Area docente, sono disponibili le stesse verifiche fornite in Guida in formato editabile (docx).

La lezione è offerta dalla redazione di Pearson per le Scienze, il nuovo marchio editoriale per l'area scientifica della Scuola secondaria, nell'ambito del progetto Pearson Kilometro Zero, imparare e formarsi a distanza.

Scopri le altre iniziative del progetto >>
Scopri le altre lezioni di area scientifica >>