donne&uomini
Racconti di piccole donne scritti da grandi donne da condividere con piccoli e grandi uomini

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, Lucilla Giagnoni intreccia storie e letture in un reading online

L’attrice Lucilla Giagnoni intreccia la sua voce con quella di due grandissime scrittrici, Isabel Allende e Ángeles Mastretta, interpretando i racconti dalle raccolte Eva Luna racconta e Donne dagli occhi grandi, che, con intelligenza, leggerezza, sensualità, magia, generosità e furbizia, suggeriscono possibilità insperate nella ricombinazione dei rapporti fra donne e uomini.

La sensibilità e l’ironia sono armi insospettate contro la violenza, e spesso, nei conflitti, offrono vie di uscita creative e fantasiose: la letteratura in questo è davvero maestra di vita.

Segui il reading online gratuito il 25 novembre alle ore 21.00 su YouTube e Facebook

Aggiungi il promemoria su YouTube >> | Aggiungi il promemoria su Facebook >>

Isabel Allende e Ángeles Mastretta: la letteratura si fa maestra di vita

Uno sguardo che ci arriva da lontano. Isabel Allende e Ángeles Mastretta. Due grandissime scrittrici d’oltre oceano. Una cilena e una messicana. Vengono dal “nuovo mondo” e ce ne raccontano uno antichissimo. Nuove Shaharazade hanno il potere di aprire l’incantesimo del mondo, di percorrerne i labirinti ci guidano per mano e ci fanno osare nella strada degli errori. Regine di tutte le narratrici, vecchie streghe o sagge nutrici, fate o cicogne. Tessono fili segreti della vita, dilatano il tempo, allargano lo spazio, allontanano la morte. Le loro donne sono piccole eroine perse nella quotidianità. Sono veri e propri Modelli di Donne.

Quali saranno i racconti letti?

Ángeles Mastretta: letture da Donne dagli occhi grandi

La malattia di una bambina, l’incombere della morte, del vuoto, della scienza, spingono una madre a narrare, come nelle antiche fiabe orientali, le vicende delle sue antenate nel tentativo di dare alla figlia una ragione di vita.

Questo è l’espediente letterario che Angeles Mastretta escogita per dare libero sfogo ad immaginazione e sensibilità nel rappresentare il lato intimo e nascosto di una società tradizionale dove donne esemplari, educate alla passività e al matrimonio, vivono e fantasticano nell’ombra delle loro case. Tutte le protagoniste di questi racconti sono colte per incanto nei momenti cruciali della loro vita. Fotografate in quell’attimo fuggente, impercettibile in cui interi destini sono decisi per sempre.

Le figure femminili interpretate:
Zia Jose - incipit | Zia Cristina | Zia Clemencia | Zia Jose - finale

 

Isabel Allende: letture da Eva Luna racconta

Ho avuto un padre che scomparve senza lasciare ricordi. Mia madre è stata il punto di riferimento della mia infanzia. Forse per questo mi è più facile scrivere storie di donne. Lei mi diede un quaderno su cui annotare la vita, ad un’età in cui le altre bambine giocano con le bambole (…) (Isabelle Allende).

La figura femminile interpretata:
Belisa Crepuscolario

 

Chi è Lucilla Giagnoni?

Lucilla Giagnoni è attrice, sceneggiatrice, autrice televisiva e radiofonica. Ha frequentato la Bottega di Gassman a Firenze con Vittorio Gassman e l’attrice francese Jeanne Moreau. Vincitrice di diversi premi, dal 2016 è direttrice artistica del Teatro Faraggiana di Novara. Tra i suoi spettacoli più noti ricordiamo Chimera, Vergine Madre, Big Bang, Apocalisse, Ecce Homo, Furiosa Mente e Magnificat. Attualmente insegna narrazione alla scuola Holden di Torino e alle scuole di formazione per manager.