Astronomy Day 2018

Segui assieme alla tua classe la diretta streaming dell'Astronomy Day, l'evento organizzato da Infini.to – Planetario di Torino e da La Stampa, in collaborazione con Pearson e l'Istituto Nazionale di Astrofisica, che si terrà venerdì 9 novembre, dalle 10.00 alle 13.30.

Una mattina in compagnia di
Jocelyn Bell Burnell

La scienziata che, esattamente 50 anni fa, ha scoperto le pulsar!

L'evento sarà l'occasione per conoscere la protagonista di uno dei più avvincenti episodi della scienza moderna: Jocelyn Bell Burnell, nota astrofisica recentemente insignita del Breakthrough Prize per la scoperta delle pulsar.

E di ripercorrere così la storia di una donna, di una scoperta e di una carriera scientifica che possa essere un esempio per i giovani che costruiranno il futuro di domani.

Per accedere alla diretta streaming

La diretta streaming dell'evento, dedicato a tutte le classi della Scuola secondaria di secondo grado, sarà accessibile da pc o da tablet, collegandosi al link di seguito il 9 novembre 2018, a partire dalle ore 9.50. Verrà chiesto di inserire la password AS09. Per seguire la diretta non sarà necessaria l'iscrizione al sito Pearson.

La registrazione dell'evento sarà poi resa disponibile sul nostro sito a partire da metà novembre!

Il programma dell'evento

Ore 10.00 - 10.20
Benvenuto e introduzione di Attilio Ferrari, Presidente di Infini.to

Ore 10.20 - 10.40
Intervento di Nicolò D'Amico, Presidente dell'Istituto Nazionale di Astrofisica

Ore 10.40 - 11.00
Intervallo

Ore 11.00 - 12.00
Intervento di Jocelyn Bell Burnell
L'intervento si terrà in lingua inglese, la traduzione avverrà ad opera di un interprete in consecutiva

Ore 12.00 - 12.45
Spazio domande degli studenti

Ore 12.45 - 13.30
Intervento di Luca Latrinico, Istituto Nazionale di Astrofisica

Jocelyn Bell Burnell

Jocelyn Bell Burnell è una astrofisica di origine irlandese. Nel 1965 si laureò in fisica all’Università di Glasgow e, nello stesso anno, cominciò il dottorato di ricerca presso l’Università di Cambridge. Fu proprio durante quel periodo di studi che la giovane studentessa, dedicandosi a un segnale a intermittenza regolare proveniente dallo spazio, fece una delle scoperte più sensazionali del ‘900 in campo astrofisico, le pulsar.
Proprio 50 anni fa nel 1968, venne pubblicato l’articolo sulla scoperta di questa nuova tipologia di oggetti celesti. La portata scientifica fu tale da meritare il premio Nobel per la fisica nel ‘74, che tuttavia fu assegnato al relatore della sua tesi, il professor Anthony Hewish e a Sir Martin Ryle per lo sviluppo del radio telescopio con cui venne fatta la scoperta.

Per partecipare all'evento a Torino

Se sei di Torino e desideri partecipare all'evento con la tua classe, che si terrà presso Infini.to – Planetario di Torino, Museo dell’Astronomia e dello Spazio, in via Osservatorio 30, Pino Torinese, scrivi entro il 5 novembre all'indirizzo mail education@planetarioditorino.it.