Cittadinanza globale e sviluppo sostenibile

Il nuovo Quaderno Pearson Academy presenta un progetto innovativo e culturalmente significativo, elaborato da Fernando Reimers, dell'Università di Harvard, e adattato per la scuola italiana a cura di Giovanna Barzanò, Loredana Fisichella, Maria Lissoni.

Un percorso di formazione alla cittadinanza globale e interculturale in stretta connessione con le competenze del XXI secolo e con gli Obiettivi per uno sviluppo sostenibile elaborati dall'Onu all'interno dell'"Agenda 2030".

 

60 lezioni per un curriculum verticale

Pearson Academy presenta il nuovo Quaderno Cittadinanza globale e sviluppo sostenibile, che nasce dall’esigenza di educare gli studenti a essere cittadini di un mondo sempre più interconnesso e a favorire una cultura della convivenza per una società più aperta, solidale e sostenibile.

Per rispondere a questo bisogno, il Quaderno propone 60 lezioni dal taglio fortemente operativo, utilizzabili in modo flessibile per costruire un curriculum della cittadinanza globale, che permetta agli studenti di affrontare i problemi del presente su scala globale, e di capire come intervenire positivamente sulla realtà che li circonda.

Scarica il volume in PDF, oppure richiedi la copia cartacea al tuo agente di zona!

Un progetto "globale"

Nel mondo globalizzato di oggi, popolato di realtà diverse e interconnesse, l'educazione alla cittadinanza globale è essenziale, per formare cittadini impegnati e interessati a risolvere le grandi questioni dell’attualità. Il ruolo della scuola, nel mettere in atto strategie di educazione degli studenti in questo senso, risulta dunque centrale.

Per favorire concretamente questo compito educativo, il Quaderno Cittadinanza globale e sviluppo sostenibile offre un modello di curriculum organizzato in 60 lezioni dalla Scuola primaria alla Scuola secondaria di secondo grado.

È una proposta didattica elaborata da un gruppo di lavoro internazionale guidato dal professor Fernando Reimers, docente presso Harvard Graduate School of Education.

La forza di questa proposta, oltre che nel suo respiro internazionale, risiede nella sua semplicità: per ogni anno scolastico sono previste solo 5 lezioni, modulabili dai docenti a seconda delle necessità del programma scolastico e della classe. Le lezioni affrontano temi diversi, orientati sia alla riflessione individuale sul proprio sé e la realtà circostante sia all’analisi di grandi temi come la cittadinanza, i rapporti fra i generi, lo sviluppo sostenibile.

L’obiettivo è però chiaro: fornire agli studenti le competenze per poter comprendere una realtà globalizzata, per agire su di essa al fine di migliorarla e per sentirsi parte integrante e attiva di essa, contribuendo ad una “cultura della convivenza” all’insegna del dialogo aperto e che superi qualsiasi forma di frontiera.

Questo curriculum è un esempio del tipo di innovazione necessaria per far sì che l’istruzione abbia maggiore rilievo nell'affrontare le necessità dei nostri tempi, come rendere il lavoro che gli studenti fanno a scuola capace di affrontare sfide reali e ambiziose.

Fernando Reimers

Il lavoro della Rete Dialogues

Il volume è frutto del lavoro di traduzione e adattamento dei materiali americani realizzati da un gruppo di docenti di Rete Dialogues, da tempo impegnata nell'educazione interculturale.
I curatori italiani hanno realizzato un adattamento del testo che risultasse adeguato al contesto scolastico italiano, pur mantenendo intatto il carattere e l'impianto globale dell’opera.

Scarica l'indice del volume >>

Chi è Rete Dialogues?

La Rete Dialogues è una rete nazionale nata nel 2011 dalla collaborazione tra MIUR, Direzione generale per gli ordinamenti e il servizio nazionale di valutazione con l’obiettivo di promuovere percorsi didattici che favoriscano il dialogo interculturale e interreligioso. Scopri di più sul sito retedialogue.it!

Autore dell’opera originale è Fernando Reimers, docente presso l’Università di Harvard, in collaborazione con alcuni diplomandi del master alla Harvard Graduate School of Education (scarica la lista completa dei collaboratori). L'edizione italiana, invece, è frutto del lavoro di traduzione e adattamento coordinato da Giovanna Barzanò, Loredana Fisichella e Maria Lissoni. Scopri di seguito le biografie degli autori e dei curatori.

Fernando M. Reimers è Ford Foundation Professor presso la cattedra di Practice of International of Education ed è direttore di Global Education Innovation Initiative e dell’International Education Policy Master’s Program all’Università di Harvard (Usa). È stato membro della Commissione statunitense dell’Unesco e nel 2017 ha ricevuto il Global Citizen Award dalle Nazioni Unite per il lavoro svolto sulla cittadinanza globale.

Giovanna Barzanò è dirigente tecnico alla Direzione generale per gli ordinamenti e la valutazione del sistema scolastico del Miur e Associate al Centre for Leadership in Learning dell’University College London.

Loredana Fisichella è docente di lingua e civiltà inglese alla scuola secondaria di II grado e insegna al Liceo Galileo Galilei di Catania.

Maria Lissoni è docente di matematica e scienze alla scuola secondaria di I grado e insegna alla SSI Norberto Bobbio di Torino, dopo un’esperienza decennale in scuole della Ue.