Termini e Condizioni d'uso

Condizioni generali di utilizzo dei servizi e dei contenuti offerti tramite l’App Pearson Social Reading

Scopo del presente documento è quello di fornire la massima trasparenza sulle regole di fruizione dei servizi e contenuti erogati tramite l’App Pearson Social Reading e sulle modalità con cui tali informazioni sono trattate. Il presente documento non si applica alle informazioni raccolte tramite canali diversi da quelli indicati.

Per i singoli trattamenti riferibili alla gestione dell’account su My Pearson Place si rimanda alle informative di dettaglio relativi agli specifici servizi richiesti (consultabili all’interno del sito www.pearson.it).

Questi termini descrivono le Condizioni generali di utilizzo ("CGDU") dei prodotti e dei servizi messi a disposizione dell’utente da Pearson Italia S.p.a. e dalle società appartenenti al medesimo gruppo societario (“Pearson”) sui propri canali on-line.
Più specificamente, i servizi e contenuti dell’App Pearson Social Reading (di seguito “App Pearson”) sono messi a disposizione dell’utente sulla base delle presenti Condizioni generali di utilizzo.
Termini e condizioni diversi potranno essere applicabili a specifici siti web e/o piattaforme di Pearson o a siti web e piattaforme di partner integrati e, in tal caso, si rimanda alle CGDU in essi riportati.

L'accesso o l'uso dell’App Pearson e/o del prodotto o servizio per il quali l’utente effettua la registrazione, implica l'accettazione delle presenti Condizioni generali di utilizzo. Se l’utente non è d’accordo o non intende accettare i termini e le condizioni delle presenti CGDU per l’accesso o l’uso dei prodotti e servizi di cui intende usufruire, lo stesso utente non può continuare la navigazione sull’App Pearson, né procedere con la fruizione dei prodotti e servizi correlati all’utilizzo dell’App.
Queste Condizioni generali di utilizzo si applicano sia ai consumatori nel rispetto del Codice del Consumo D.lgs. 206/2005 e suoi successivi aggiornamenti, sia agli imprenditori, professionisti e altri soggetti economici, salvo che sia espressamente stabilito che regole specifiche si applicano solo ad alcune determinate categorie di soggetti. Ai sensi della vigente normativa (art. 3 del D.lgs. 206/2005) si ricorda che il “consumatore” è la persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta.
Per accettare le presenti CGDU l’utente deve avere il potere di stipulare contratti vincolanti a norma di legge. Gli utenti maggiorenni potranno stipulare contratti per l’acquisto di servizi e/o contenuti Pearson a favore di un minorenne interessato a fruire di tali sevizi. Gli utenti minorenni ma di età maggiore a 14 anni potranno registrarsi sui siti Pearson, previo consenso da parte del proprio genitore/tutore.

1. App Pearson Social Reading
Nel presente documento si fa riferimento alle risorse digitali messe a disposizione nell’App di Pearson, compresi il software, i contenuti e gli altri prodotti o servizi digitali.

2. Proprietà dei Materiali dell’App di Pearson
L’App Pearson contiene informazioni, testo, foto, video, grafica, musica, audio, contenuti editoriali e altro materiale (“Materiali”) protetti da diritti di autore, marchi, brevetti e altri diritti di proprietà intellettuale ("Diritti di proprietà intellettuale"). Qualsiasi diritto, titolo e interesse relativo ai suddetti Materiali e Diritti di proprietà intellettuale appartiene solamente ed esclusivamente a Pearson o ai suoi licenzianti e fornitori.

3. Uso dei Materiali
3.1. Usi consentiti dei Materiali. Pearson autorizza gli utenti a visualizzare e utilizzare i Materiali, esclusivamente per scopi personali e didattici, non commerciali.

3.2. Usi per scopi didattici non commerciali. È possibile, in via occasionale e non sistematica, includere porzioni limitate di Materiali all'interno di elaborati, report e presentazioni e solo nella misura consentita per scopi didattici e di natura non commerciale, non in concorrenza con il valore pedagogico o commerciale di tali Materiali. In ogni caso, l'utente dovrà includere i marchi e le note presenti sull’App nonché riportare l'appropriata attribuzione della loro paternità, citando gli autori/curatori/traduttori e la fonte del Materiali (indicando “© Pearson Italia – https://it.pearson.com”).

3.3. Usi non consentiti dei materiali. Fatto salvo quanto espressamente consentito da Pearson, non è consentito utilizzare, modificare, adattare, riformattare, scaricare, caricare, riprodurre, trasmettere, pubblicare, visualizzare, eseguire, trasferire o ridistribuire i Materiali in qualsiasi forma, formato o supporto, o per mezzo di qualsiasi tecnologia, senza previa autorizzazione scritta di Pearson e degli altri titolari dei diritti di proprietà intellettuale di tali Materiali.
Non è consentito riprodurre, utilizzare, vendere, trasmettere, pubblicare, inviare o in qualsiasi modo divulgare o distribuire i Materiali a chiunque, ivi compresi gli utenti appartenenti alla stessa azienda, scuola, istituto o organizzazione, in presenza o meno di un costo o di qualsiasi altro compenso, incluso l'utilizzo con, o all'interno di, "pacchetti di corso" o di corsi.
Fatto salvo quanto espressamente consentito da Pearson nelle licenze di accesso a specifici servizi/contenuti, non è consentito pubblicare i Materiali all'interno di newsgroup, liste di distribuzione, bacheche elettroniche, siti didattici, aggregatori di contenuti, servizi di archiviazione file o qualsiasi altra destinazione online. L’App Pearson può contenere funzionalità che permettono all’utente di scaricare, attraverso il menù utente, i propri dati (come i twyll, i commenti, le informazioni personali di login) in formato JSON.
Non è consentito riprodurre illustrazioni, grafici, fotografie, schemi, porzioni di testo, capitoli o e-book compresi nei Materiali.

3.4. Richiesta di autorizzazioni. Se si desidera richiedere l'autorizzazione per riprodurre i Materiali per scopi diversi da quelli didattici espressamente autorizzati, o se si hanno domande circa la modalità corretta per l'inclusione delle note indicate alla sezione 3.2, si può inviare una mail a info.italia@pearson.com per contattare il rappresentante Pearson appropriato.

4. Disponibilità dell’App Pearson
Pearson può modificare o interrompere qualsiasi parte, funzione o contenuto dell’App in qualsiasi momento, con o senza preavviso per l'utente; tuttavia, Pearson si impegna, per quanto possibile, ad avvisare gli utenti in caso di modifiche significative alla propria App, e a fornire materiali alternativi in caso di rimozione di parti sostanziali di contenuti o funzioni

5. Collegamenti a siti e contenuti di terze parti
Pearson non si assume alcuna responsabilità per i Materiali pubblicati da terze parti sull’App o accessibili, tramite collegamenti ipertestuali o altri "collegamenti" digitali, a siti ospitati da terze parti non controllati direttamente da Pearson ("sito di terze parti"). Pearson non supporta prodotti, servizi o informazioni forniti da dette terze parti né si assume alcuna responsabilità, diretta o indiretta, per eventuali danni o perdite effettivamente o presumibilmente causati da o in relazione all'utilizzo o all'affidamento a contenuti, beni o servizi disponibili tramite terze parti o comunque pubblicati da terze parti sull’App di Pearson. Analogamente, l'inclusione di collegamenti a siti di terze parti sull’App Pearson non implica che i proprietari di tali siti abbiano fornito l'autorizzazione per questa inclusione né tanto meno che sponsorizzino o supportino l’App Pearson. Pearson non è responsabile per l'accessibilità dei siti di terze parti aperti attraverso collegamenti presenti sulla propria App. Nel caso in cui un collegamento a un sito di terze parti risulti non valido, non più collegato al contenuto indicato sui siti Web e/o piattaforme di Pearson o comunque collegato a contenuto non appropriato, l’utente può contattare il team del Supporto Tecnico di Pearson.

6. Contenuti dell'utente
6.1. Pubblicazione di contenuti dell’utente. L’App Pearson, oltre a fornire servizi e Materiali cui l’utente può accedere, può fornire funzionalità per gli utenti che caricano o pubblicano commenti, idee, articoli, informazioni, dati, testo, musica, audio, fotografie, video, messaggi e altri materiali o presentazioni ("Contenuti dell'utente"). L'utente può pubblicare solo contenuti propri originali o per i quali abbia altrimenti ottenuto il diritto o l'autorizzazione necessaria per la comunicazione al pubblico. I punti di vista e le opinioni espressi in qualsiasi contenuto dell'utente non riflettono necessariamente quelli di Pearson o dei suoi fornitori. L'utente che pubblica i contenuti è l'unico responsabile dei contenuti stessi. L'utente prende atto e accetta che Pearson non vagli preventivamente i suoi contenuti. Pearson e i relativi incaricati si riservano la facoltà ma non l'obbligo, a propria esclusiva discrezione, di rifiutare di pubblicare o rimuovere qualsiasi contenuto dell'utente nel caso in cui possa ledere l’immagine o diritti di terzi o di Pearson stessa, non essere in linea con le caratteristiche dei suoi servizi on-line o con le sue politiche ed etiche editoriali.

L’utente può segnalare a Pearson la presenza di eventuali contenuti lesivi di diritti di terzi mediante il Sito Web del Supporto tecnico: https://it.pearson.com/supporto.html.

Progetti privati: i twyll creati all’interno dei progetti privati non saranno moderati da Pearson ma saranno sotto la responsabilità del creatore del progetto. La chiusura del progetto è a carico dell’owner. Dopo un anno dalla pubblicazione dell’ultimo twyll, il progetto, se non diversamente chiuso dall’owner, potrà essere chiuso da Pearson e rimarrà consultabile per un anno in sola lettura.

Gli utenti invitati al progetto dal docente possono segnalare contenuti inappropriati utilizzando il pulsante “segnala”. Quando un utente segnala un twyll, il sistema tiene traccia del report nel back-end PSR e invia una notifica all'insegnante che ha creato il progetto. L'insegnante può decidere di mantenere o eliminare il twyll segnalato. Tramite il back-end, Pearson può monitorare i twyll segnalati, avvisare l'insegnante che gli utenti stanno segnalando il contenuto e agire se necessario. L’utente può segnalare i contenuti inappropriati sia al docente sia a Pearson.

Sia gli studenti che gli insegnanti hanno la facoltà di segnalare i contenuti inappropriati.

Progetti pubblici: tutti gli utenti possono segnalare contenuti inappropriati tramite un apposito pulsante visibile su ogni twyll. I twyll segnalati vengono tracciati nel back-end PSR e Pearson può monitorare le segnalazioni e agire se necessario. La chiusura dei progetti pubblici è a cura di Pearson entro il tempo utile per lo sviluppo del progetto. Dopo la chiusura del progetto, lo stesso potrà essere consultato in sola lettura per un anno prima di essere cancellato definitivamente.

Report automatici: Pearson può definire un elenco di parole che attiveranno un report automatico. Quando un insegnante o uno studente usa quella parola in un twyll o in un commento, il twyll o il commento viene segnalato e tracciato in un back-end. I twyll segnalati non vengono nascosti o eliminati automaticamente ma Pearson potrà decidere in qualsiasi momento se mantenere o eliminare i twyll segnalati. I report automatici non sono visibili a nessuno tranne che agli utenti Pearson.

In qualsiasi momento e in qualsiasi tipo di progetto, Pearson può eliminare un twyll se il contenuto pubblicato è ritenuto illegale (ad es. violazione del copyright) o in conflitto con le CGDU sottoscritto dall'utente, senza darne preavviso all’utente. In caso di comportamenti reiterati da parte dell’utente, Pearson potrà rimuovere l’account di accesso dell’App senza preavviso.

6.2. Responsabilità di Pearson per i contenuti degli utenti. Pearson non garantisce l'accuratezza, l'integrità o la qualità dei contenuti dell'utente e non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori, omissioni, violazioni dei diritti di terze parti o comportamenti illegali derivanti dai contenuti pubblicati tramite l’App.

6.3. Uso dei contenuti dell'utente da parte di Pearson. Qualora l’utente pubblichi propri contenuti, autorizza Pearson a memorizzare, archiviare, pubblicare, trasmettere, utilizzare e distribuire tali contenuti agli altri utenti dell’App. L'utente riconosce e accetta che Pearson si riserva il diritto ma non l’obbligo di conservare tali contenuti:
(a) per tutto il tempo in cui l'utente mantiene un account con Pearson e comunque non oltre 1 anno dalla chiusura del progetto, indipendentemente dal progetto (pubblico o privato) a cui l’utente ha partecipato;
(b) per il tempo necessario alla tutela dei propri diritti in caso di potenziale violazione dei presenti termini o di controversia concernente i contenuti dell'utente e/o l'account dell'utente;
(c) indefinitamente, senza riferimenti ai dati personali dell'utente.

L'utente riconosce e accetta che Pearson si riserva ulteriormente il diritto di divulgare i contenuti dell'utente in combinazione con i relativi dati personali se richiesto dalla legge o se riterrà in buona fede che tale divulgazione è giustamente necessaria per:
(a) rispettare un procedimento legale;
(b) applicare i termini previsti da questo documento;
(c) rispondere a reclami riguardanti la violazione di diritti di terze parti a causa dei contenuti dell'utente; oppure
(d) proteggere i diritti, la proprietà o la sicurezza di Pearson, dei relativi utenti e del pubblico.
Un utente può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione del proprio profilo e dei propri twyll e commenti.

7. Restrizioni sull'uso dell’App di Pearson
L'utente si impegna a non utilizzare l’App di Pearson per i seguenti scopi:
a) caricare, pubblicare, inviare tramite email o in altro modo trasmettere i contenuti non consentiti indicati nella sezione 6.1 o che violino in qualche modo le presenti CGDU;
b) spacciarsi per un'altra persona o entità o fornire dichiarazioni false o comunque non corrette riguardo alla relazione con una persona o entità, ad esempio utilizzando le credenziali di accesso di un'altra persona;
c) caricare, pubblicare, inviare tramite email o in altro modo trasmettere materiali promozionali o pubblicitari non richiesti o non autorizzati, posta indesiderata, catene di Sant'Antonio, "pyramid schemes" o altre forme di solleciti;
d) utilizzare o tentare di utilizzare "deep-link", "scraper", "robot", "bot", "spider", "data mining", "codici di computer" o qualsiasi altro processo o metodologia, algoritmo, strumento, programma o dispositivo automatizzato, o processo manuale con funzionalità o procedure analoghe, per accedere, acquisire, copiare o monitorare parti di siti Web e/o piattaforme di Pearson o qualsiasi altro materiale di Pearson senza aver ottenuto espressa autorizzazione scritta da parte di Pearson stessa;
e) ottenere o tentare di ottenere tramite qualsiasi mezzo Materiali, contenuti dell'utente, o qualunque altro dato, contenuto, software o codice disponibile sui siti Web e/o piattaforme di Pearson che non sia stato inequivocabilmente reso disponibile per il pubblico o accessibile tramite un collegamento;
f) violare i sistemi per limitare o impedire l'accesso all’App Pearson o ai relativi Materiali o contenuti;
g) violare la protezione dell’App Pearson o tentare di ottenere accesso non autorizzato agli stessi siti/piattaforme, ai relativi Materiali e contenuti, oppure alle reti o ai sistemi di computer collegati ai servizi dell’App, attraverso atti di pirateria informatica, appropriazione indebita di password o qualsiasi altro mezzo;
h) interferire o tentare di interferire con il corretto funzionamento dell’App Pearson o con qualsiasi attività condotta sulla stessa, compreso l'accesso ai Materiali prima che questi vengano resi disponibili al pubblico;
i) intraprendere o tentare qualsiasi azione che comporti un carico o traffico intenso non ragionevole e sproporzionato sull’App Pearson o sulla relativa infrastruttura; j) interrompere il normale flusso dell'interazione o agire in modo da influire negativamente sulla capacità degli utenti di effettuare scambi in tempo reale o di pubblicare regolarmente messaggi, articoli o altri documenti;
k) interferire con o interrompere il funzionamento dell’App Pearson o dei server o delle reti ad esso connessi, oppure infrangere requisiti, procedure, criteri o norme di tali reti;
l) violare leggi locali, statali, nazionali o internazionali applicabili o norme accademiche alle quali l’utente è tenuto; oppure
m) adottare comportamenti che in qualsiasi modo compromettano il valore commerciale o pedagogico dei Materiali.

8. Responsabilità dell'utente registrato al sito e che accede all’App Pearson
L'utente dichiara e garantisce a Pearson che le informazioni fornite per la registrazione al sito e per l’accesso ai servizi e contenuti Pearson sono vere, complete, accurate. Nel caso in cui una delle suddette dichiarazioni sia o diventi non veritiera o non sia completamente conforme ai requisiti previsti, Pearson si riserva il diritto di sospendere e/o terminare l'accesso dell'utente alla propria App di SR. L’utente autorizza Pearson all’invio delle comunicazioni contrattuali all’indirizzo email e/o al numero di telefono fornito per la registrazione. Per approfondimenti si rimanda ai Termini e condizioni d’uso e all’Informativa privacy disponibile sul sito www.pearson.it.
Spetta all'utente la responsabilità di ottenere e fare corretto uso dei software, hardware e collegamenti telematici richiesti per accedere e utilizzare l’App Pearson, nonché per tutti i costi che questo comporta.
Le credenziali di accesso (nome utente e password) non possono essere condivise con altri né in alcun modo divulgate a terzi.
L'utente è responsabile per tutti gli usi dell’App Pearson e dei Materiali tramite il proprio nome utente e password, effettuati sia personalmente dall'utente sia da altri. L'utente è responsabile della protezione e della salvaguardia della propria password dall'utilizzo e dalla diffusione non autorizzati. Nel caso in cui l'utente ritenga o si accorga che si è verificata una violazione nell’uso della sua password, ad esempio un furto o un uso non autorizzato, dovrà informare immediatamente Pearson contattando il team del Supporto Tecnico e/o scrivendo a dpo.italy@pearson.com. Pearson si riserva la facoltà, a propria assoluta discrezione, con o senza preavviso, di sospendere l'accesso dell'utente all’App e a tutti i servizi connessi, o ad alcuni di essi o ad una loro parte, oppure sospendere o terminare la validità delle presenti CGDU e di conseguenza i diritti dell'utente all'utilizzo dell’App, in caso di comportamento o utilizzo, da parte dell'utente o di qualsiasi altra persona con accesso al sito mediante il nome utente o la password dell'utente, ritenuto non conforme alle presenti CGDU o per qualsiasi altro comportamento o utilizzo ritenuto dannoso nei confronti di altri utenti finali, dei fornitori di contenuti Pearson o degli interessi di Pearson.

9. Tutela dell'utente
Per reclami relativi a beni o servizi fruiti online tramite l’App Pearson, l’utente può compilare il modulo online sul sito web del Supporto Pearson. Se la risposta al reclamo non fosse soddisfacente rispetto alle presenti CGDU, consultare la documentazione del sito della Commissione Europea (presente anche nel footer del sito Web principale di Pearson Italia), che fornisce maggiori informazioni per i consumatori riguardo alla risoluzione delle controversie e alla piattaforma web ODR.

10. Esclusione di garanzia
Salvo quanto previsto nelle condizioni particolari di accesso ai Materiali e/o servizi messi in commercio tramite l’App, Pearson non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia relativamente alla propria App; tutte le informazioni, i contenuti, i materiali e il software accessibili tramite la stessa vengono forniti per essere utilizzati "come tali" e "secondo disponibilità". Nella misura massima consentita dalla legge vigente, Pearson esclude qualsiasi garanzia e condizione, legale, espressa o implicita, in base a procedimenti di legge o altro, garanzia implicita di titolarità, non infrazione, commerciabilità e qualità o idoneità per uno scopo specifico, in relazione ai Materiali e servizi della sua App o in connessione con gli stessi. Pearson non rilascia inoltre alcuna dichiarazione o garanzia circa la disponibilità della sua App o l'assenza di errori, né garantisce che le informazioni della sua App, o di altri siti Web o piattaforme ad essa collegate, saranno accurate, complete o aggiornate.
Gli utenti che hanno sottoposto a procedura di "sblocco" (jailbreaking per iOS o rooting per Android) i propri device possono installare l'applicazione Pearson Social Reading, ma solo a proprio rischio e pericolo. L'applicazione è stata testata solo su device con configurazione originale: Pearson non si assume nessuna responsabilità in caso di malfunzionamento o instabilità dell'applicazione o dello smartphone o tablet in caso di utilizzo su dispositivo "sbloccato". Per garantire la sicurezza dell'applicazione e l'integrità dei propri sistemi informativi, Pearson si riserva il diritto di tenere traccia di tutti i device "sbloccati" che abbiano installato l'applicazione.
L'utente accetta espressamente che l'utilizzo dell’App Pearson è a suo esclusivo rischio. Nessuna dichiarazione, informazione o raccomandazione, ivi comprese le dichiarazioni riguardanti la capacità, l'idoneità all'uso o le prestazioni, riportata da un dipendente, rivenditore o da un altro rappresentante Pearson, che non sia contenuta nelle presenti CGDU, potrà essere considerata come garanzia di Pearson per qualsiasi scopo né darà luogo a responsabilità di Pearson in alcun modo, per cui l'utente accetta di non tenere conto di tali dichiarazioni, informazioni o raccomandazioni.

11. Limitazione di responsabilità
Nella misura massima consentita dalla legge vigente, Pearson, le relative consociate e affiliate e i rispettivi dirigenti, responsabili, dipendenti, agenti, rivenditori e contraenti (collettivamente "parti Pearson interessate") non saranno in alcun caso responsabili per eventuali reclami, costi, richieste, danni, perdite, spese o altre responsabilità di qualsivoglia natura derivanti dall'utilizzo o dall'impossibilità di utilizzo dell’App Pearson, ivi compresi eventuali danni compensativi, incidentali, diretti, indiretti, speciali, punitivi o consequenziali, né per perdite di utilizzo, perdite di dati, perdite di redditi o profitti, perdite di beni o danni alle proprietà, reclami di terze parti, perdite causate dall'affidamento ai Materiali, ai contenuti, alle informazioni, ai siti web, al software o ai prodotti ottenuti mediante l’App Pearson oppure per errori, omissioni, interruzioni, comunicazioni errate, eliminazioni di file o email, problemi, difetti, virus, troians, ritardi nel funzionamento o nella trasmissione o qualsiasi altro problema di prestazione, furto, distruzione o accesso non autorizzato a record, programmi o siti web, o altre perdite di qualsiasi tipo o carattere correlate all'utilizzo dell’App Pearson, anche qualora Pearson sia stata avvisata della possibilità di tali danni o perdite derivanti o connesse al loro utilizzo o a quello di qualsiasi altro sito web o piattaforma collegata. L'utente si assume la responsabilità completa in merito all'adozione di procedure relative al backup dei propri dati e al controllo dei virus secondo le necessità. Nel caso in cui, malgrado quanto descritto in precedenza, Pearson sia ritenuta responsabile di eventuali danni, indipendentemente dal tipo di azione, inclusi la colpa, l'adempimento contrattuale, la violazione di garanzia o altro, la responsabilità di Pearson e delle parti Pearson interessate non potrà superare in alcun modo, sia congiuntamente che separatamente, l'importo totale in euro corrisposto dall'utente a Pearson nei dodici (12) mesi precedenti alla segnalazione del danno o dell'illecito.

12. Responsabilità dell'utente
Nella misura massima consentita dalla legge vigente, l'utente accetta di difendere, risarcire e considerare Pearson e le parti Pearson interessate non responsabili per qualsiasi reclamo, costo, richiesta, danno, perdita, spesa e responsabilità di qualsivoglia natura (ivi compresi eventuali costi legali o professionali e costi per la difesa o l'accusa per qualsiasi reclamo), sostenuti o subiti da Pearson e/o dalle parti Pearson interessate, direttamente o indirettamente, in seguito a qualsiasi atto o omissione che l'utente o uno degli agenti, contraenti, dipendenti o rappresentanti dell'utente abbiano commesso in violazione delle presenti CGDU o di qualsiasi diritto di terze parti o di qualsiasi legge o normativa applicabile per l'utilizzo dell’App Pearson o dei relativi contenuti.

13. Notifiche, segnalazioni e domande
Pearson può inviare notifiche all'utente tramite email, pubblicazioni sull’App e/o o sul sito Web del proprio Supporto Tecnico e/o tramite posta convenzionale. Le notifiche di Pearson sono effettive dalla data in cui vengono ricevute dall'utente. L'utente può inviare notifiche a Pearson nel modo indicato di seguito. Le notifiche dell'utente sono effettive dalla data di ricezione da parte di Pearson.
Online: Sito Web del supporto tecnico https://it.pearson.com/supporto.html
Indirizzo postale in Italia: corso Trapani 16 - 10139 Torino

Tutte le domande relative alle presenti CGDU, all’App e ai servizi connessi, alla loro disponibilità, alla sicurezza o ai materiali in essa contenuti, compresi dubbi o segnalazioni riguardanti collegamenti non validi, contenuti dell'utente non consentiti o altri problemi del supporto clienti o tecnico, possono essere inviate ai contatti sopra riportati. Se la propria richiesta o dubbio riguarda collegamenti o contenuti specifici dell’App Pearson, includere lo screnshoot della pagina dell’App di riferimento e una descrizione del contenuto in questione in modo da velocizzare la risposta al problema da parte di Pearson.

14. Varie
Le presenti CGDU prevedono obblighi e diritti personali dell'utente, il quale non può assegnare, trasferire o delegare i propri obblighi o diritti derivanti da tali CGDU ad altri. Pearson può assegnare o delegare i propri obblighi o diritti nell'ambito delle presenti CGDU. Nel caso in cui qualsiasi clausola delle presenti CGDU venga dichiarata non valida o non applicabile per qualsiasi motivo da parte di un tribunale della giurisdizione competente, il resto delle CGDU rimarrà valido ed esecutivo secondo i relativi termini. L'utente riconosce che Pearson potrebbe subire un danno irreparabile in conseguenza alla violazione delle presenti CGDU o all'uso non autorizzato dei propri siti Web e/o piattaforme e dei relativi contenuti e che, pertanto, il risarcimento economico potrebbe non costituire un rimedio sufficiente per questo danno. L'utente accetta che Pearson avrà il diritto, senza rinunciare ad altri diritti o rimedi e senza un'ulteriore dimostrazione del danno irreparabile o dell'inadeguatezza del risarcimento economico, a richiedere un risarcimento in caso di qualsiasi violazione delle presenti CGDU o di utilizzo non autorizzato della propria App o dei relativi contenuti. Nel caso in cui Pearson ignori o non applichi uno dei termini o delle condizioni delle presenti CGDU in una o più circostanze, per colpa o qualsivoglia motivo, tale comportamento non indicherà che dovrà ignorare o non applicare tale termine o condizione in altre occasioni, così come nessun altro termine o condizione delle presenti CGDU.
Il contenuto delle presenti CGDU non può essere modificato dal comportamento di Pearson o dell'utente, anche se ripetuto, né da alcuna procedura o abitudine di terze parti coinvolte nelle stesse o in analoghe attività. Questo DCGDU è disponibile nella sezione “Profilo dell’utente” all’interno dell’App ed è, insieme al DCGDU disponibile sul Sito Web al collegamento "Termini e condizioni" e all’Informativa Privacy, parte integrante e sostanziale del modulo di registrazione ai servizi Pearson e all’App. Entrambi i documenti sono consultabili in qualsiasi momento.

15. Legge e foro competente
Le presenti Condizioni generali di utilizzo sono regolate e devono essere interpretate e applicate in base alle norme vigenti nel territorio della Repubblica Italiana. Salvo il caso in cui l’utente sia un consumatore, unico giudice competente per tutte le controversie sorte in relazione con l'esecuzione delle presenti CGDU è quello del Foro competente in base alla sede operativa di Pearson Italia sita in Milano. Se l’utente è un consumatore, il giudice competente rimane quello previsto dal D.lgs. 206/2005.

© 2020 Pearson, Inc. Tutti i diritti riservati.
Ultimo aggiornamento settembre 2020