Il Social Reading nel curricolo delle discipline scientifiche

Leggere e riflettere insieme sui temi importanti del mondo usando lo smartphone

SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Lo smartphone non è più un nemico dell’apprendimento! Con Pearson Social Reading, infatti, è possibile condurre online una pratica di lettura condivisa fra docenti e alunni che sviluppa il pensiero critico e favorisce il confronto all’interno di un ambiente digitale protetto e moderato dagli insegnanti. Un approccio ai temi importanti del mondo - dalla sostenibilità all’urgenza climatica, passando per la cittadinanza attiva - che parla il linguaggio della tecnologia e dell’inclusione.

La redazione

Il progetto Pearson Social Reading nasce da una partnership tra Pearson e Betwyll e propone un approccio di insegnamento innovativo, costituito da uno strumento digitale di nuova generazione combinato con metodologie che riflettono i cambiamenti in atto nella didattica.
Il Social Reading è una pratica di lettura condivisa attraverso la quale gli studenti con i loro docenti, in un ambiente digitale dedicato, possono leggere insieme un testo, commentarlo e discuterlo secondo le regole e le dinamiche tipiche dei social network: un ambiente familiare con cui gli studenti interagiscono ogni giorno. Tutto questo mentre si utilizza il dispositivo preferito dello studente, lo smartphone, che di conseguenza diventa uno strumento di apprendimento anziché una fonte di distrazione.

Le logiche e i vantaggi della lettura sociale

Per molti studenti la lettura è un’esperienza solitaria e non coinvolgente. Il Social Reading consente invece agli insegnanti di attivare strategie di motivazione, in grado di suscitare curiosità e interesse.

Come avviene in concreto? È necessario innanzitutto che gli studenti scarichino l’app Pearson Social Reading. Gli insegnanti invitano la classe in una sala di lettura digitale, dove Pearson pubblica un testo condiviso. Durante un periodo di tempo delimitato, gli studenti interagiscono mentre leggono, stimolati dai commenti (o twyll) che compaiono a lato del testo, condividendo e scambiando suggerimenti, impressioni, idee pertinenti all’argomento dell’attività.

Ciò crea un interesse spontaneo, promuovendo sia la comprensione del testo sia lo sviluppo di competenze trasversali, come il pensiero critico. Gli studenti sono tenuti a leggere un testo con attenzione e spesso si trovano a rileggerlo, stimolati dai commenti degli altri studenti o degli insegnanti. Si tratta quindi di una lettura profonda e personale rispetto alla tradizionale “lettura digitale”, che può essere fonte di distrazione. Allo stesso tempo, il Social Reading promuove la socialità in un ambiente digitale protetto, che aiuta gli studenti nel processo di crescita personale e nello sviluppo di competenze digitali. Leggendo e rispondendo ai twyll gli studenti imparano a interpretare le informazioni e a comunicare idee, contribuendo in modo attivo a una comunità online in cui si attivano positivi processi di apprendimento e di costruzione della cittadinanza digitale. Viene inoltre stimolata la capacità di sintesi, perché ciascun twyll può essere al massimo di 140 caratteri.

La lettura sociale può essere un’ottima esperienza di apprendimento digitale a distanza, oppure può essere svolta con un approccio misto, che include momenti in presenza di lavoro e valutazione all’interno della classe.

Il progetto Pearson Social Reading e l’educazione civica

Il Pearson Social Reading prevede un approccio interdisciplinare, che abbraccia tutte le materie scolastiche. Si tratta di un progetto collaborativo e promuove l’inclusione, in quanto l’app incorpora strumenti di lettura pensati appositamente per gli studenti con bisogni educativi speciali.

Attraverso il progetto Pearson Social Reading, inoltre, gli studenti hanno l’occasione di affrontare importanti temi del mondo contemporaneo, come lo sviluppo sostenibile, la salvaguardia dell’ambiente, il cambiamento climatico, la cittadinanza attiva, e di discutere valori e contenuti degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030.

La riflessione condivisa e lo scambio di idee consentono non solo di attivare l’interesse dei giovani lettori, ma anche di sviluppare un metodo basato sulla comunicazione e sul dialogo, in un’ottica di responsabilità reciproca e rispetto delle idee altrui. In tal senso, il Social Reading si presta a un utilizzo proficuo e motivante, con forti caratteri di interdisciplinarità, nell’ambito della nuova materia Educazione civica.

Il Social Reading nel curriculo delle discipline scientifiche

Nella sala di lettura digitale i ragazzi avranno a disposizione testi di varia natura (dalla narrativa contemporanea ai grandi classici, passando attraverso la poesia, la prosa e la saggistica), sui quali saranno sollecitati a effettuare una lettura critica, sviluppando un percorso di riflessione.

La lettura condivisa di un testo originale consente un confronto proficuo, che può riguardare anche la valutazione delle intenzioni e delle sensibilità dell’autore del testo. Questo tipo di analisi può portare a riflessioni profonde sulla propria sensibilità e sulle proprie intenzioni nei confronti di temi rilevanti quali lo sviluppo sostenibile e la cittadinanza attiva, ma anche sui grandi interrogativi della scienza.

Un secondo livello di immersione nel testo consente di allenare all’analisi attenta dei contenuti, per verificarne l’autenticità, la rilevanza e l’attendibilità nell’ambito del contesto sociale storico e attuale. Un aspetto da non sottovalutare è l’approccio empatico alla lettura dei testi: l’intento del progetto Pearson Social Reading è infatti quello di suscitare curiosità e interesse nei confronti del testo, dei suoi contenuti e anche dell’autore. Molto spesso, in ambito scientifico, si ha la convinzione che si possa parlare di scienza solo tra le pagine di una rivista scientifica o di un saggio specialistico, trascurando tutta la proficua varietà di autori e di generi letterari che, scrivendo in modo attento e corretto di scienza, trasmettono qualcosa di profondo, che può far cambiare la prospettiva del lettore nei confronti del contenuto.

Probabilmente, ogni “scienziato” che sta leggendo queste parole ha avuto un “testo rilevatore” nella sua vita, un autore che ha saputo comunicare più di tanti articoli e saggi… e che magari è stato decisivo per scegliere un determinato percorso professionale. Attraverso il progetto Pearson Social Reading si consente agli studenti di ampliare i propri “orizzonti della scienza”, facendo un percorso profondo, personale e condiviso, in un ambiente digitale protetto e mediato dall’aiuto degli insegnanti. La prospettiva trasversale delle letture rende inoltre sempre possibile ed evidente il collegamento con le diverse discipline curricolari (dalla fisica alla letteratura, dall’antropologia all’economia, dalle scienze naturali alla filosofia ecc.).

A breve… il progetto Generazione 2030

E per cominciare questa esperienza di lettura sociale, il Pearson Social Reading propone per la primavera 2021 il progetto interdisciplinare Generazione 2030, dedicato ai temi della cittadinanza e della sostenibilità. Un percorso strutturato di Educazione civica, capace di assolvere a tutti gli obiettivi didattici e di sviluppo delle competenze richiesti per questa disciplina dalle recenti normative e dalle Linee Guida pubblicate dal MIUR nel giugno 2020. Grazie al blocco di lettura intitolato Un futuro per Gaia sarà possibile immergersi nella lettura, attivando dibattiti e riflessioni sui temi ambientali, per favorire una partecipazione attiva e responsabile degli studenti alla costruzione di un futuro migliore.

Percorso di letture Generazione 2030

Il percorso interdisciplinare di letture proposto dal progetto Generazione 2030 ha lo scopo di stimolare gli studenti a pensare a nuovi orizzonti: sempre nell’ottica della sostenibilità ma anche di un organico sviluppo di competenze di cittadinanza digitale in un ambiente di apprendimento innovativo e protetto.

Visita la pagina dedicata >> 
Iscriviti al gruppo Facebook Pearson Social Reading with Betwyll >>