Geografia, ambiente, globalizzazione

Articoli di esperti studiosi e autori di casa editrice per fare geografia a partire da temi e spunti di attualità, con particolare riguardo alla sostenibilità e ai processi del mondo globale.

  • L’Italia e lo sviluppo sostenibile: a che punto siamo?

    Italia e sviluppo sostenibile

    GEOGRAFIA, AMBIENTE, GLOBALIZZAZIONE

    Il nostro paese è stato nel 2015 tra le 193 nazioni firmatarie dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. A cinque anni da quella firma, lo sforzo italiano appare ancora insufficiente anche se passi avanti ne sono stati fatti. Gli stessi dati legati ai progressi della green economy e della economia circolare appaiono incoraggianti. Una panoramica con proposte operative per la classe.

    Roberto Roveda

    Leggi l'articolo >>
  • Agenda Onu 2030. Intervista a un geografo esploratore

    Esploratore

    GEOGRAFIA, AMBIENTE, GLOBALIZZAZIONE

    «L’approccio geografico è fondamentale perché i ragazzi possano diventare cittadini responsabili, riconoscendo lo stretto legame tra il benessere umano e la salute dei sistemi naturali. Perché possano impegnarsi direttamente nel quotidiano per affermare modelli di produzione e di consumo sostenibili, con uno sguardo consapevole sul presente e sul futuro.»
    Intervista a Giancarlo Corbellini, autore del nuovo corso di geografia per la Scuola secondaria di Primo grado #ioviaggio (Edizioni scolastiche Bruno Mondadori, 2019).

    Giancarlo Corbellini

    Leggi l'articolo >>
  • Le nuove vie della seta

    BRI Xinhua 2013

    GEOGRAFIA, AMBIENTE, GLOBALIZZAZIONE

    Nel 2013, il presidente cinese Xi Jinping ha promosso la realizzazione del progetto “One belt, one road” (in cinese “yidai, yilu”), ribattezzato poi “Belt and Road Initiative” (Bri) e conosciuto in Italia come “Nuove vie della seta”. Punta a incrementare i collegamenti infrastrutturali e commerciali tra la Repubblica popolare, il resto del continente eurasiatico e l’Africa e costituisce oggi il perno non solo della politica economica ma anche della politica estera cinese.

    Giorgio Cuscito

    Leggi l'articolo >>
  • Note sulla conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici

    Conferenza clima

    GEOGRAFIA, AMBIENTE, GLOBALIZZAZIONE

    La Conferenza di Parigi si è aperta con obiettivi molto ambiziosi: uno di natura ambientale, uno di natura politica. Il primo riguardava l’impegno a contenere l’innalzamento della temperatura terrestre entro 2°C rispetto all’era preindustriale. Il secondo si proponeva di coinvolgere positivamente i Paesi emergenti e quelli in via di sviluppo, contrari a qualsiasi limitazione che potesse in qualche misura rallentare le loro possibilità di sviluppo economico. L’Accordo raggiunto a Parigi può essere definito storico per le implicazioni ambientali, politiche, economiche e sociali che contiene.

    Cristina Tincati

    Leggi l'articolo >>
  • La green economy e il valore dell’ambiente

    pale-eoliche

    GEOGRAFIA, AMBIENTE, GLOBALIZZAZIONE

    L’esistenza di problemi che l’odierno assetto economico non è ancora stato in grado di risolvere, e ha in taluni casi inasprito, appare oggi evidente agli occhi dei più. Anche coloro che sono rimasti scettici sull’allarme del cambiamento climatico e sulla scarsità delle risorse hanno dovuto iniziare a interrogarsi sulle possibilità di riforma del sistema con l’insorgere della crisi economica. Negli ultimi anni qualcosa sembra essersi messo in moto, in particolare nella direzione della green economy.

    Emanuele Campiglio

    Leggi l'articolo >>
  • Profughi nel Mediterraneo. Da dove vengono, dove vanno

    Profughi

    GEOGRAFIA, AMBIENTE, GLOBALIZZAZIONE

    Non si tratta di un diritto di ospitalità, cui lo straniero può fare appello, ma di un diritto di visita spettante a tutti gli uomini, quello cioè di offrirsi alla socievolezza in virtù del diritto al possesso comune della superficie della terra, sulla quale, essendo sferica, gli uomini non possono disperdersi all’infinito, ma devono da ultimo tollerarsi nel vicinato, nessuno avendo in origine maggior diritto di un altro a una porzione determinata della terra.  Immanuel Kant, 1795

    Marco Fossati

    Leggi l'articolo >>